Videocamere a lavoro, i nuovi plus dell’AI: più privacy e sicurezza

Categorie: Video analisi
24 Novembre 2021

L’applicazione delle tecniche di intelligenza artificiale alla video analisi comporta un notevole miglioramento delle prestazioni, tra gli altri, degli impianti di videocamere sul luogo di lavoro. Da semplice sistema di ripresa e registrazione delle immagini si trasforma in un “guardiano” sempre attivo, h24 e 7 giorni su 7. La video analisi basata su AI analizza con i suoi algoritmi ogni fotogramma del flusso video (stream), alla ricerca di quegli elementi che in fase di programmazione (o meglio, di allenamento) sono stati indicati come oggetto di allarmi. Inoltre, consente di catalogare le immagini, in modo da poterle facilmente recuperare successivamente (aggiunta di metadati).

A fronte di una maggiore complicazione, rispetto alla tradizionale telesorveglianza, dovuta all’osservanza delle vigenti norme sulla privacy e dello Statuto dei Lavoratori, l’adozione di un sistema di video analisi basato su AI da parte di una azienda offre indubbi benefici.

Videocamere a lavoro: quali vantaggi

Le tecniche di intelligenza artificiale impiegate nell’analisi video sono: Computer vision, Deep Learning e reti neurali (Deep Sensing). Stiamo parlando di discipline tecnologicamente molto avanzate e potenti, che possono essere impiegate efficacemente nel monitorare con precisione i movimenti delle persone e degli oggetti, anche in moto come i veicoli, senza la supervisione umana. Il sistema è dotato di una intelligenza propria, con la quale analizza le immagini riprese dalle telecamere ed è in grado di avvertire gli addetti alla sicurezza delle eventuali anomalie riscontrate.

I vantaggi per le aziende si rendono evidenti nella sicurezza e nella prevenzione degli infortuni. Con l’utilizzo della computer vision è sufficiente posizionare una telecamera in ogni punto che è necessario monitorare, indipendentemente dal numero dei lavoratori (diversamente da altre tecniche di controllo, come i sensori ambientali e i dispositivi indossabili).

In particolare, sui luoghi di lavoro ci sono due ambiti della security che beneficiano dell’utilizzo di video camere potenziate con l’intelligenza artificiale.

  • Controllo degli accessi: Gli ambienti di lavoro possono essere resi più sicuri controllando l’intrusione di persone non autorizzate, il movimento di veicoli, lo spostamento di oggetti, la protezione delle telecamere, la rilevazione di fumo e di incendio. La funzionalità di controllo degli accessi viene differenziata da quella di area interdetta, progettandola in modo da essere applicata in prossimità degli ingressi, per regolarne e tracciarne l’accesso. L’obiettivo è di autenticare i lavoratori tramite il riconoscimento dell’identità e consentirne l’accesso solo se sono soddisfatti i criteri impostati (tra i quali, l’uso dei DPI o della mascherina).
  • Prevenzione degli infortuni: La video analisi si rivela molto utile anche nella prevenzione degli infortuni, evidenziando i pericoli per la sicurezza dei lavoratori, l’uso dei dispositivi di protezione individuale (DPI) dal quale può derivare l’accesso o meno ad aree e macchinari, l’eventuale presenza di “uomo a terra”.

Videocamere e video analisi, quali tecnologie

Nella sicurezza, la computer vision è una delle tecniche più utilizzate per la video analisi. Un sistema considerato alquanto efficiente consiste in un algoritmo che combina object detection e object tracking, eseguiti on the edge in dispositivi economici dotati di telecamera. Una delle architetture maggiormente utilizzate, e allo stato dell’arte, in tema di object detection è YOLO (You Look Only Once).

L’elaborazione on the edge, a differenza del cloud computing, soddisfa in pieno le norme privacy in quanto la videocamera non registra le immagini e gli alert emessi dall’algoritmo non sono inviati a un sistema centralizzato, ottenendo in questo modo la compliance con il GDPR e il principio di privacy by design. In un sistema di sicurezza aziendale è possibile impiegare telecamere di tipo Ip Cam. Per l’elaborazione dell’intelligenza artificiale sono richiesti gateway dotati di GPU (Graphics Processing Unit). Possono essere utilizzate anche telecamere con scheda GPU integrata, con evidenti vantaggi di installazione.

Un ulteriore vantaggio nell’utilizzare le tecniche di AI per la video analisi sta nelle possibilità di upgrading del sistema: per aggiungere dei controlli è sufficiente aggiornare il software di elaborazione con nuovi modelli, il dato in ingresso è sempre lo stesso flusso video. Le immagini riprese dalle telecamere contengono una mole di informazioni sufficiente per un gran numero di funzionalità diverse, quindi non è necessario aggiungere nuovo hardware.

CTA - Infografica - Video analisi intelligente